Con la casa del futuro, il risparmio energetico sarà di casa!

Vi ricordate le case futuristiche che erano presenti nei film o nei romanzi di fantascienza? Quelle case in cui sembrava che la casa potesse rispondere in modo automatico ad ogni tua richiesta?

Ora quel genere di case sono entrate a far parte della realtà e si chiamano case intelligenti. L’automazione e la conseguente connettività tra tutte le tecnologie che fanno parte della domotica ha permesso che la casa possa divenire anche intelligente.

Tuttavia la casa intelligente di oggi non consente solo di poter controllare tutti gli ausili elettronici a distanza o al suo essere “energetica” ma risponde a tutta una serie di cambiamenti dello stile di vita attuale.

Sono state aggiunte planimetrie flessibili capaci di creare diversi ambienti nel corso degli anni, secondo i diversi bisogni della famiglia da colmare, tempo libero, relax o gioco.

In questo articolo vogliamo parlare in particolare della W.I.N.D. house, una casa unifamiliare dell’Olanda del Nord progettata da Unstudio che sfrutta soluzioni sostenibili integrate e impianti di domotica, mantenendo uno spazio flessibile e all’attenzione al risparmio energetico.

wind-house

W.I.N.D. house è situata poco distante dal mare, nella provincia di North-Holland, e vicino ad un’area boschiva ed è aperta frontalmente su un paesaggio caratteristico dell’Olanda del nord, il polder. L’intera casa è progettata per sfruttare le energie derivanti dagli elementi naturali e per trarre il massimo beneficio da ogni stagione dell’anno.

Un sistema completo di domotica permette il controllo integrato degli impianti elettrici, come i pannelli solari e gli impianti meccanici; infatti i pannelli solari posti sul tetto riescono a veicolare tutta l’energia solare possibile. Inoltre ad aumentare la capacità termica è presente una pompa di calore centrale, che regola il  riscaldamento e il raffreddamento dell’aria e dell’acqua.

Grande attenzione è stata posta anche ai vetri: il vetro oscurato utilizzato nelle facciate anteriori e posteriori serve per controllare il surriscaldamento. Inoltre svolge anche una funzione di maggiore privacy non disperdendo calore luminosità naturale, tutto questo contribuisce al risparmio energetico dell’edificio.

wind-house-interni

I muri della casa sono rivestiti da stucco di argilla naturale e le pareti in particolare sono costituite da mattoni di argilla che contribuiscono a creare un microclima salutare per effetto dell’evaporazione dell’argilla.

wind-house-muri

 

 

Infine la disposizione stessa delle stanze è definita dalle condizioni ambientali esterne. La zona notte e lavoro, che sono aree dove è richiesta una maggiore privacy, sono situate verso la parte posteriore della casa, mentre le zone giorno godono di ampie viste panoramiche e luminose.

La forma della casa richiama la forma di un fiore, le quattro facciate sembrano i petali che raccolgono al loro interno scorci di paesaggio, come per volerlo inglobare in casa. Queste nicchie sono collegate visivamente tra loro, tramite le prospettive che attraversano il cuore dell’edificio. Al centro è presente una scala aperta che collega le ali anteriori e posteriori, per dare un senso di continuità al tutto.

wind-house-scala

 

Fonti:

  • unstudio.com
  • Green building magazine
  • domusweb.it
  • inhabitat.com

Photo:

Photos © Inga Powilleit (Interior) / © Fedde de Weert (Exterior)

Lascia un commento